Trasferimenti Polizia dello Stato 2018 in modalità telematica

Polizia di Stato, al via la modalità telematica per le operazioni di mobilità: dopo aver appurato l’efficienza del sistema informativo realizzato in collaborazione con il CEN di Napoli, presto il Portale Mobilità della PdS sarà accessibile a tutti coloro che vogliono presentare l’istanza di trasferimento.

La modalità telematica riguarderà le operazioni di mobilità in programma ad Aprile 2018, ma sarà riservata al personale appartenente ai seguenti ruoli:

  • Sovrintendente;
  • Assistente;
  • Agente.

Questi, qualora abbiano intenzione di presentare istanza di trasferimento, possono accedere al sistema informatico della Polizia di Stato, dove tra l’altro si può monitorare lo status della domanda e verificare la posizione in graduatoria per le sedi e gli uffici di interesse.

Tutti gli interessati di seguito troveranno le istruzioni necessarie per presentare domanda di trasferimento con le nuove procedure, così da non commettere errori ai fini della buona riuscita delle operazioni di mobilità.

Polizia di Stato: come chiedere il trasferimento online

La nuova piattaforma realizzata dai tecnici della Polizia di Stato insieme agli esperti del CEN di Napoli sarà disponibile all’indirizzo Trasferimenti Online, che attualmente non risulta ancora attivo. Per accedere al portale gli interessati possono registrarsi oppure inserire le credenziali utilizzate per l’accesso al Portale Doppiavela.

Una volta effettuato l’accesso, sul portale sarà disponibile un modello per l’inoltro dell’istanza di trasferimento che andrà compilato in tutte le sue parti. In caso di problematiche, i poliziotti possono contattare gli uffici adibiti all’assistenza di Sovrintendenti, Assistenti e Agenti utilizzando i numeri telefonici indicati nella piattaforma.

Al momento della compilazione dell’istanza, l’interessato deve indicare le sedi di interesse selezionando un massimo di 5 opzioni. Nell’indicare le proprie preferenze bisogna dare la precedenza al Comune di interesse, per poi continuare dichiarando le sedi e gli eventuali uffici.

Anche se la nuova modalità telematica sostituisce quella cartacea, il dipendente della Polizia di Stato una volta inoltrata l’istanza è comunque obbligato a comunicarlo al proprio ufficio di appartenenza presentando una copia cartacea della domanda.

Validità della domanda di trasferimento

Una volta inoltrata, l’istanza di trasferimento ha una valenza di 3 anni. La modifica da parte del richiedente è possibile fino al momento in cui questa viene attribuita alla competenza dell’Ufficio di appartenenza, dopodiché è possibile solamente la revoca.

Scaduti i 3 anni la domanda di trasferimento sarà cancellata automaticamente, a meno che l’interessato non abbia manifestato la sua intenzione di confermarla.

La graduatoria

Nelle operazioni di mobilità naturalmente avranno la precedenza coloro che si posizionano nelle prime posizioni della graduatoria. Questa sarà stilata tenendo conto di diversi parametri. Ad esempio, per i trasferimenti per provincia diversa si terrà conto de:

  • l’anzianità di sede;
  • l’anzianità di ruolo;
  • il numero di figli;
  • il coniuge;
  • eventuali problematiche assistenziali (o personali);
  • la distanza chilometrica (tra la sede dell’attuale servizio e quella per quale si richiede il trasferimento);
  • l’anzianità anagrafica.

Per i trasferimenti sede per sede (quindi nella stessa provincia), i parametri considerati sono:

  • l’anzianità di reparto;
  • l’anzianità nel ruolo;
  • il coniuge;
  • sede disagiata;
  • eventuali problematiche assistenziali (o personali).

Le tempistiche

Come noto, per aprile 2018 è in programma la mobilità per il personale del ruolo Assistenti-Agenti così da permettere l’immissione in ruolo del 199° corso di formazione per Allievi Agenti.

Chi intende prendere parte a queste operazioni deve presentare istanza di trasferimento entro il 9 febbraio del 2018; chi l’ha già presentata in modalità cartacea deve comunque effettuare l’inoltro in modalità telematica. La pianificazione dei trasferimenti sarà svelata in data 14 febbraio, tenendo conto delle risultanze del sistema.

Chi presenterà la domanda dopo la data suddetta, invece, potrà prendere parte alle successive operazioni di mobilità.MONEY

Questo è un negozio di prova — nessun ordine sarà preso in considerazione. Rimuovi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: